Moncler vola nel 1° semestre e rinforza il management

Moncler, che compie 60 anni quest’anno, è in gran forma. Nel 1° semestre 2012 il gruppo italiano, che detiene oltre ai celebri piumini anche i marchi Henry Cotton's, Marina Yachting, Coast Weber&Ahaus e la licenza di 18CRR81 Cerruti, ha realizzato un fatturato di 225 milioni di euro in crescita del 18,9% rispetto al 1° semestre 2011. Il risultato lordo operativo (Ebitda) è cresciuto del 30% a 39,4 milioni di euro, mentre l'indebitamento netto totalizza 295 milioni.


MonDuck, la mascotte Moncler nel fumetto che celebra i 60 anni del brand
Questi risultati sono stati ottenuti prevalentemente grazie «alla crescita del gruppo in Asia, il forte sviluppo dei negozi in proprio e il peso crescente del marchio Moncler», indica Eurazeo in un comunicato pubblicato in occasione dei propri risultati semestrali. Il gruppo d’investimento francese è entrato nel capitale di Moncler lo scorso anno con una quota del 45% poi scesa al 32,3%, mentre dispone sempre del 50% dei diritti di voto.

Il marchio Moncler, che rappresenta ormai il 69% dei ricavi del gruppo, ha registrato una forte crescita (+38 %) con un fatturato di 155 milioni euro. Questa crescita è dovuta in particolare al dinamismo dell’Asia, dove le vendite sono più che raddoppiate e rappresentano ormai il 27% del fatturato totale, rispetto al 18% del 1° semestre 2011, recita Eurazeo nel comunicato. Le boutique Moncler in gestione diretta rappresentano il 44% del fatturato rispetto al 29% nel 1° semestre 2011. Il gruppo conta attualmente 79 negozi monomarca e annuncia 9 nuove aperture nei prossimi mesi: a Budapest, Torino e nella cinese Shenyang in settembre, Tianjin in octobre, Francoforte, Zurigo, Osaka e Shanghai in novembre e Istanbul in dicembre.

La boutique Moncler di Cannes aperta lo scorso maggio

«Per accompagnare questa crescita, la società ha recentemente rafforzato la squadra dirigente », spiega Eurazeo. Dopo la nomina a fine 2011 di un responsabile per l’Asia sono stati reclutati all’inizio del 2012 altri due responsabili di aree per gli Stati-Uniti e per il Giappone, mentre è arrivato un nuovo manager per dirigere la business unit accessori e sarà nominato a breve un altro manager per dirigere le attività digitali del brand. L’ufficio comunicazione è stato anch’esso rinnovato in gran parte.

Fervono infine i preparativi per i 60 anni di Moncler. Per l’occasione il marchio non utilizzerà il suo celebre galletto ma un’altra mascotte: MonDuck, l’anatra Moncler presente all’interno di tutti i piumini per dare le istruzioni sul lavaggio. Questo personaggio sarà lanciato come nuovo protagonista icona del marchio attraverso un fumetto che racconterà la storia di Moncler in sei episodi (uno per decennio) pubblicati nei prossimi mesi sul sito www.moncler.com. È prevista inoltre una festa a Parigi di cui si stanno definendo la data e la location.



Copyright © 2014 FashionMag.com Tutti i diritti riservati.