Mipel: una svolta tecnologica contro la crisi

Il Mipel si aggiorna per battere la crisi. La 103/a edizione della Mostra Internazionale di Pelletteria e Accessori, a Fieramilano-Rho dal 3 al 6 marzo, fa una svolta tecnologica e si prolunga per tutto l'anno in versione digitale. Così parte @MIPEL, la manifestazione virtuale (a pieno regime da settembre) che permetterà alle aziende di tenere 'in vetrina' le collezioni sempre aggiornate e ai buyer di continuare a cercare affari.

Un momento di una precedente edizione

Ora però è il momento della visita concreta, per vedere le collezioni autunno/inverno 2013-2014 di oltre 400 brand, attraverso i quattro nuovi settori del Mipel: 'Punto.it', con le aziende Made in Italy (almeno per l'80% di prodotto), 'Extra', l'area degli stand creativi, 'Design Studios', la zona più trendy, e infine 'Panorama', un melting pot di prodotti e tendenze dal mondo. Sono attesi compratori da ogni Paese, visto anche il +21,8% dell'export segnato nel 2012 rispetto al 2011, "soprattutto grazie a USA, Svizzera, Francia - ha detto Giorgio Cannara, presidente di Mipel - ma anche a nuovi paesi interessanti come Kazakistan, Brasile e Corea, che saranno le nuove frontiere".

Nonostante i numeri positivi, però, "stiamo vivendo una grossa difficoltà - ha spiegato Mauro Muzzolon, direttore generale di Aimpes (Associazione Italiana Manifatturieri Pelli e Succedanei) - perché il mercato interno non decolla. Noi dobbiamo arrivare ad esportare più del 70% della produzione, ma non tutte le aziende hanno i mezzi per farlo".