Valentino: la griffe più 'eco', promossa da Greenpeace

Quindici case di moda italiane e francesi si sono viste recapitare un questionario di venticinque domande su tre temi ambientali: politiche per gli acquisti della pelle, della carta per il packaging e produzione tessile, per scoprire cosa fa l'Alta moda per evitare che i suoi prodotti siano responsabili della deforestazione e dell'inquinamento delle risorse idriche del Pianeta. Si chiama "The Fashion Duel" ed è la sfida internazionale al mondo dell'haute couture che Greenpeace lancia insieme alla sua testimonial, Valeria Golino. L'obiettivo è spingere i grandi gruppi del fashion a impegnarsi a proteggere le ultime foreste e a non intossicare il Pianeta con sostanze tossiche.

Valentino, collezione P/E 2013

Il risultato è la classifica "The Fashion Duel", dove le aziende sono state valutate in base alla trasparenza delle filiere produttive, le politiche ambientali in atto e la disponibilità a un impegno serio per dire no alla deforestazione e all'inquinamento. La griffe più verde dell'alta moda è Valentino, l'unico brand a impegnarsi per raggiungere gli ambiziosi obiettivi di deforestazione zero e scarichi zero nelle propria produzione.

Per spingere le case di moda ad accettare la sfida, Greenpeace chiede ai consumatori di firmare una petizione sul sito www.thefashionduel.com. Nelle prossime settimane con The Fashion Duel, l'organizzazione ambientalista farà pressione su tutti gli altri marchi per spingerli ad assumere impegni a tutela delle foreste e per l'eliminazione delle sostanze tossiche dalla filiera tessile.

Copyright © 2014 FashionMag.com Tutti i diritti riservati.